QUARTO FORUM DI VILLA D’ESTE SUI TRASPORTI: OBIETTIVO RAGGIUNTO

Un risultato in linea con le aspettative il Quarto “forum di Villa d’Este a Cernobbio”. Avevamo annunciato che l’obiettivo primario del forum Trasporti di quest’anno sarebbe stato incentrato su argomenti di natura internazionale e su  questo avevamo lavorato. La presenza della Commissaria ai trasporti Violeta Bulc e dell’on. Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, ci fanno dire che l’obiettivo primario è stato pienamente raggiunto. Ovviamente i confronti che si sono sviluppati non potevano certo esimersi dal dover analizzare la ripercussioni sulla realtà nazionale delle politiche che a livello comunitario si affrontano e che toccano gli interessi nazionali. La presenza del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Buffagni, che ha aperto i lavori; del vice ministro con delega ai trasporti Rixi che li ha conclusi, dei presidenti di tre regioni  (Lombardia, Lazio e Liguria) che unitamente agli  economisti ed agli imprenditori di livello mondiale come il Comandante Gian Luigi Aponte, il rappresentante di Amazon logistica, hanno arricchito il dibattito del Forum, aperto dal messaggio augurale di  saluto che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha indirizzato ai partecipanti, ci consentono di parlare di ampio successo dell’iniziativa.


La politica fiscale, l’attraversamento dell’arco alpino, l’intermodalità, la politica del mare, la tragedia di Genova e la sostenibilità, sono stati i principali temi guida dei confronti e delle analisi macroeconomiche di economisti e rappresentanti del mondo della finanza.


Un momento nel quale è emersa quanto l’intuizione di Confcommercio Imprese per l’Italia di realizzare una rappresentanza di sistema, attraverso Conftrasporto, sia la strada giusta che è riuscita a portare i temi della logistica all’attenzione della pubblica opinione, uscendo dall’angolo che li relegava ad argomenti secondari, rispetto ai temi dell’economia.


Piaccia o meno Conftrasporto, nell’interesse delle imprese di un mondo che non veniva considerato parte rilevante e decisivo del sistema economico, è riuscita a bucare la calotta di indifferenza che era presente fino ad oggi.


Lo dimostra il fatto che altri, sia attraverso il tentativo di costituire (non ci soffermeremo certo sui metodi utilizzati) rappresentanze gestite a livello familiare di imprese o annunciando aggregazioni in via di sviluppo, stanno provando a seguire il medesimo percorso avviato da Conftrasporto/Confcommercio.  


 


I DOCUMENTI


 

Messaggio augurale di saluto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

 

Introduzione dei lavori del Forum del Presidente Confcommercio - Carlo Sangalli.

 

Riflessioni sul sistema trasporti in Italia.

Sintesi della ricerca.

Le priorità di Conftrasporto.

 

Squilibri nella tassazione ambientale dell'autotrasporto merci a cura del Direttore Ufficio Studi Confcommercio Mariano Bella.

 

Valutazione di efficacia delle politiche di incentivazione del trasporto sostenibile: il caso dei valichi a cura di Andrea Appetecchia - ISFORT.

 

Ponte Morandi dal crollo 116 milioni di danni per l'autotrasporto - Indagine ISFORT.

 

Porti: L'Italia rischia l'eslusione dalle grandi vie del traffico mondiale:  Il Focus sui Porti.

 

Le proposte di Conftrasporto per un tagliando alla riforma portuale.

 

 


GLI INTERVENTI


 

Presidente del Parlamento Europeo - Antonio Tajani.

 

Commissario Europeo per i Trasporti - Violeta Bulc.

 

Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio - Stefano Buffagni.

 

Il Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti - Edoardo Rixi.

Intervento del Vice Ministro riguardo al Ponte Morandi.

 

I Presidenti delle Regioni: Lazio - Nicola Zingaretti, Liguria - Giovanni Toti, Lombardia - Attilio Fontana.

 

Executive Chairmain MSC Group - Gianluigi Aponte.

 

Presidente FAI-Conftrasporto - Paolo Uggè.

 

 

 


 

10 ottobre 2018

Chi siamo

La F.A.I. Federazione Autotrasportori Italiani è la più grande associazione imprenditoriale del settore Trasporto merci per conto di terzi su strada in Italia, diretta, voluta e sostenuta unicamente dagli autotrasportatori.

I nostri contatti

Piazza G. G. Belli, 2
00153 Roma (IT)

tel. (+39) 06/58300213
fax (+39) 06/5816389